Hai un neonato che vuole stare sempre in braccio? Prova il babywearing

“Ce l’ho sempre addosso!”, “Appena lo metto giù si sveglia!”, “dorme solo attaccato alla tetta!” ; la culla super bellissima è di là in cameretta, a riempirsi di polvere, e il cucciolo, ce lo hai in braccio. Sempre! Ma perché? Perché i neonati hanno bisogno di stare sempre addosso a qualcuno? E come si può sopravvivere ad un cucciolo-koala? Forse, il segreto è proprio questo: trasformarsi in un marsupiale e praticare il babywearing! […]

LO SVILUPPO SENSORIALE NEL NASCITURO E NEL BAMBINO: TUTTO HA UN SENSO

Il neonato è un essere competente,  in grado di entrare in contatto con il mondo tramite i suoi sensi e la continua relazione con la sua mamma e il suo papà. Riconosce le voci, le distingue, risponde agli stimoli con calcetti e movimenti, si agita dell’agitazione della mamma e così via. E l’ordine con il quale il nascituro sviluppa ed affina le sue competenze, i suoi sensi non è casuale, ma è funzionale alla relazione con la sua mamma e alla sua vita nei mesi a venire. Scopri perché […]

LA PEDAGOGIA E LE RICETTE TROPPO PERFETTE

Vi ricordate di Nonna Pedagogia? Lei sì che sa cucinare! Il piatto giusto, equilibrato e pensato su misura per voi. Ma quando andiamo alla ricerca di qualcosa di più facile e allettante,  apparentemente perfetto, rischiamo di imbatterci in un vero fallimento. Vi spiego perché fare attenzione alla Ricette troppo Perfette e ai cuochi apparentemente infallibili. […]

NONNA PEDAGOGIA e RICETTE SU MISURA

Non è semplice spiegare e comprendere cosa significano le parole pedagogista, educazione, consulenza educativa, progetto,  senza entrare in tecnicismi o annoiare. E forse è proprio per questo che non ci si rende conto di quanto bisogno c’è di pedagogia.  Io ve lo spiego con una metafora: Nonna Pedagogia e le sue Ricette su Misura! […]

Cosa fare in caso di allattamento doloroso

  In caso di allattamento doloroso è importante cercare un aiuto COMPETENTE, che sappia ascoltare ed osservare, riconoscere ed intervenire, ma anche sostenere emotivamente.  Perché il dolore va riconosciuto e il sostegno deve essere ancora più forte del dolore. […]