La fatica di essere genitori: 4 suggerimenti per essere una guida sicura

Dare un limite significa spesso causare una reazione di frustrazione nel bambino, e quindi un moto d’ira o di tristezza. Essere una guida significa quindi anche saper affrontare questi momenti così faticosi.  Ma perché è tanto difficile? Vi spiego perché e vi regalo 4 suggerimenti per riuscirci […]

Il ruolo dell’adulto nello sviluppo del bambino

Quanto istinto c’è nello sviluppo di un bambino? E quanto è importante il ruolo dell’adulto? Deve essere un ruolo attivo o passivo? Meglio lasciare che facciano da soli o intervenire? Probabilmente entrambi, ma la discriminante del tempo è fondamentale.  Vi spiego perché, lo sviluppo del bambino, da una certa età in poi, non vive più solo di istinti, ma necessita di una guida, e di una mediazione con la ragione.  […]

Perchè è importante dare dei limiti ai bambini

Il bambino è, per sua natura, “egocentrico”. Non egoista, né cattivo. Semplicemente è “centrato su se stesso”.  E’ il riflesso del lavoro di auto-riconoscimento che sta facendo dentro di sé.  Dopo la nascita corporea, questa è la nascita dell’Io. Ma se non ha una guida e dei limiti, l’innato egocentrismo diventa negativo. Vi spiego perché serve, come limitarlo e perché considerare il limite una manifestazione concreta dell’Amore. […]

Hai un neonato che vuole stare sempre in braccio? Prova il babywearing

“Ce l’ho sempre addosso!”, “Appena lo metto giù si sveglia!”, “dorme solo attaccato alla tetta!” ; la culla super bellissima è di là in cameretta, a riempirsi di polvere, e il cucciolo, ce lo hai in braccio. Sempre! Ma perché? Perché i neonati hanno bisogno di stare sempre addosso a qualcuno? E come si può sopravvivere ad un cucciolo-koala? Forse, il segreto è proprio questo: trasformarsi in un marsupiale e praticare il babywearing! […]

LO SVILUPPO SENSORIALE NEL NASCITURO E NEL BAMBINO: TUTTO HA UN SENSO

Il neonato è un essere competente,  in grado di entrare in contatto con il mondo tramite i suoi sensi e la continua relazione con la sua mamma e il suo papà. Riconosce le voci, le distingue, risponde agli stimoli con calcetti e movimenti, si agita dell’agitazione della mamma e così via. E l’ordine con il quale il nascituro sviluppa ed affina le sue competenze, i suoi sensi non è casuale, ma è funzionale alla relazione con la sua mamma e alla sua vita nei mesi a venire. Scopri perché […]